UK: Bitcoin aiutano Cyber-crime

UK: BITCOIN FAVORISCE SERVIZI CYBER-CRIME, NON IL LAVAGGIO DI DENARO SPORCO

Secondo quanto riporta oggi, 29 Ottobre, Cointelegraph, Un recente report della NCA Inglese (National Crime Agency) ha affrontato il tema del Bitcoin.

Secondo gli studiosi del crimine Inglese “il rischio che Bitcoin sia utilizzato per il lavaggio di denaro è relativamente basso”, “ci sono poche evidenze di Bitcoin utilizzati per il lavaggio di grandi somme di denaro sporco”.

Il Bitcoin sarebbe piuttosto utile come mezzo di pagamento nel cyber-crime. I Bitcoin sarebbero maggiormente utilizzati per il pagamento diretto di servizi criminali, eliminando ogni necessità di cash out in valuta fiat. Il crimine come servizio viene pagato infatti sempre di più in Bitcoin che con moneta di stampa statale.

La tesi della NCA ribalta il comune sentore mediatico per cui i Bitcoin siano un importante strumento di lavaggio di denaro sporco. Confermano tuttavia che sono uno strumento sempre più diffuso per pagare servizi criminali. I motivi di tale utilizzo sono principalmente l’anonimato e la difficoltà a rintracciare le transazioni.

 

 

Rispondi