Studio sugli ATM di Criptovalute: un mercato che decuplicherà fino al 2023

I numeri odierni non fanno certo impressione rispetto a business ben più grandi: gli ATM di Criptovalute hanno nel 2018 un mercato pari a 16,3 Milioni di Dollari.

Secondo lo studio “Crypto ATM Market by Type (One Way and Two Way), Automated Teller Machine Hardware (Display, Printer, QR Scanner), and Geography (North AmericaEuropeAsia Pacific (APAC), Rest of the World (RoW) – Global Forecast to 2023″, condotto da MarketsandMarkets™, il mercato dalla cifra irrisoria di oggi raggiungerà i 144,5 Milioni di Dollari nel 2023. 

Le opportunità del mercato vengono naturalmente dallo sviluppo dei pagamenti in Criptovaluta negli esercizi commerciali ed anche una crescente richiesta di Criptovalute per inviare da paesi più ricchi a Paesi meno sviluppati. 

Il mercato preso in considerazione è quello dei cosiddetti “2-way ATM”, ovvero quelli che consentono sia di comprare che di vendere Criptovalute in cambio di moneta fiat.

Il principale mercato per gli ATM di Criptovalute continuerà ad essere quello Americano, ma altri Paesi come Canada e Messico hanno potenziali interessanti.

Tra i principali competitor produttori dell’hardware secondo Bloomberg a livello mondiale si possono annoverare: GENERAL BYTES (Repubblica Ceca), Genesis Coin (USA), Lamassu (UK), COVAULT (USA), Bitaccess (Canada), Coinme (USA), Coinsource (US), Bitxatm (Germania), Orderbob (Austria), and RUSbit (Russia).

 

Lo studio è stato pubblicato dall’istituto di ricerca in ambito economico e finanziario MarketsandMarkets™.

Rispondi