Stellar Lumens (XLM): ecco le promesse per il 2018!

Gennaio, mese di progetti!

Il team di Stellar Lumens ha pubblicato oggi gli sviluppi previsti per il 2018. Le novità importanti sono due per quella che in breve tempo è diventata la sesta Criptovaluta più capitalizzata del mercato.

  1. SDEX – Stellar Decentralized Exchange

SDEX dovrà essere il primo exchange basato su Stellar. In sostanza si potranno scambiare token di ICO,  fare trading di assets con fees bassissime e ci sarà la possibilità di conferimento diretto all’utente delle sue chiavi private. Nella pubblicazione che annuncia questo sviluppo, il team si spinge a dire che vorrebbe scambiare su SDEX anche i futures di carbone e petrolio. 

Il Network di Stellar, infatti, si propone di velocizzare i trasferimenti di denaro in tutto il mondo attraverso la sua tecnologia decentralizzata. Per questo aspira a creare la piattaforma dove sia più veloce, sicuro e meno costoso al mondo, scambiarsi assets che abbiano un valore finanziario.

       2.  Fare il Lighting Network di Stellar

Lo vuole fare Bitcoin e, perchè no, ora anche Stellar. Per quanto la tecnologia sia già a buon punto in quanto a velocità, gli sviluppatori di Stellar vogliono renderla più scalabile e per farlo si propongono di adottare il Lighting Network. Di pari passo con questa scelta c’è la volontà di allargare in tutto il mondo il numero di ledger, hardware che fungono da validatori delle transazioni del sistema.

 

Stellar, dunque, vuole uscire dal guscio. Nel post sul blog vi è una velata autocritica sulla debole capacità di fare self-marketing, sul quale il team si propone un consistente miglioramento. 

D’altronde, il 2017 ha decretato il rompimento del livello minimo dei cosiddetti Random Per Week (foto), ovvero il numero di persone che nel mondo parlano con altre di Criptovalute in maniera del tutto spontanea e non indotta. Esserci e farsi vedere ora potrebbe essere una buona assicurazione sul futuro in questo settore, per Stellar.

Rispondi