Sanremo giorno 1: le Criptopagelle di Italia Criptovalute

Diventare popolari è la mission di tante Criptovalute e del cambiamento che porteranno nella nostra società. Per aiutare questo processo abbiamo deciso di dare in esclusiva un tocco di nazionalpopolarità ad alcune tra le principali Criptovalute

Dopo la prima giornata di Festival di Sanremo diamo i voti ai protagonisti assegnando ad ognuno una Criptovaluta!

  • LO STATO SOCIALERIPPLE. Vecchie glorie, sempre rimaste nello scantinato di ambienti colti e un po’ hipster, sbancano la scena pop e social! E’ arrivato finalmente il momento di diventare grandi o continueranno in un eterno saliscendi frustrando alla lunga groupies e fan degli albori?
  • FIORELLOBITCOIN CASH. Spesso dormiente e travolto da qualche scandaluccio di poco conto, quando decide di apparire oscura tutti, perfino il maestro in carica, Baglioni o Bitcoin! Fa un exploit mai visto ed impensabile e poi, magari, ritorna a dormire per qualche mese.
  • MICHELLE HUNZIKER – ETHEREUM. Tiene sempre la scena, stile inconfondibile, non arriva mai a cadere del tutto. Brillante, fonte di ispirazione per tantissimi altri reinventa la ribalta a modo suo e con millimetrica precisione vince quasi sempre.
  • CLAUDIO BAGLIONI – BITCOIN. Una vecchia gloria come si deve. Fin dagli albori c’è stato, ritoccato, risistemato, tecnicamente perfezionato, non molla la scena. Viene istituito leader perché nonostante tutto racchiude l’essenza di un intero mondo. E anche se non è più bellissimo, anche se non ruggisce più, ha lo spessore di chi sa tenere la scena nonostante le continue incursioni di outsider.
  • CARLO CONTI – OMISEGO. Anche se non era al Festival, la sua aura si aggira sempre ai piani alti. Decide lui quando diventare frontman, ha una sua impronta inconfondibile. Sarà l’abbronzatura, sarà il piglio da venditore di folletti, lui fa per sé e quando è chiamato a fare il protagonista non sbaglia mai. Attenzione, Carlo vi guarda. Al primo fallimento è pronto a riprendersi il palco!
  • ELIO E LE STORIE TESE – TRON. Non degno nemmeno della foto di copertina, abbaglia con sprazzi fittizi, ma quasi sempre ritorna ad una rapida delusione. Non si capisce cosa ci sia dietro la stessa litania sempre uguale. Del genio, dell’estro? Molto probabilmente è solo un vestito ben congegnato. 

 

Ci vediamo venerdì, con l’aggiornamento su Sanremo 2018!

 

Continuate a seguirci qui e su Facebook: https://www.facebook.com/italiabitcoinecriptovalute/

Rispondi