Il pericolo di investire anche quello che non hai in Bitcoin

Il recente aumento vertiginoso del prezzo di Bitcoin ha generato una nuova ondata di interesse e adozione. Le persone hanno sentito parlare dei fantastici guadagni che si possono ottenere investendo in Bitcoin, portando alcuni di loro a prendere decisioni sfacciate.

Ci sono stati casi in cui alcuni individui hanno addirittura messo le loro case in cerca di un mutuo per acquisire capitali da acquistare in Bitcoin. Tutto a causa della frenesia che si è sviluppata intorno alla madre delle Criptovalute.

Ci sono stati casi in cui non sono stati presi in prestito solo mutui per comprare Bitcoin, ma anche persone che hanno utilizzato il credito per acquistare questo bene potenzialmente esplosivo, ma anche volatile.

Joseph Borg, presidente della North American Securities Administrators Association, un’organizzazione di volontariato dedicata alla protezione degli investitori e direttore della Alabama Securities Commission, ha visto alcune tendenze preoccupanti svilupparsi negli investitori di Bitcoin.

“Abbiamo visto i mutui prelevati per comprare Bitcoin … Le persone fanno carte di credito, linee di credito a questo scopo. Questo non è qualcosa che un uomo che guadagna $ 100.000 all’anno, che ha un mutuo e due figli al college dovrebbero fare.”

Il problema è che ci sono molte storie di Bitcoin che rompono le catene del debito e della servitù verso le banche per i suoi investitori. Tuttavia, è inutile usare il debito per cercare di uscire dal debito, specialmente con un asset così volatile come Bitcoin.

Investire in Bitcoin non è il problema, sono le circostanze in cui ci si trova a fare quell’investimento. L’uso di carte di credito, mutui o altre linee di debito è pericoloso in quanto il futuro è ancora incerto con la valuta digitale.

Rispondi