Organizzare eventi Bitcoin e Blockchain: la nuova frontiera dell’event management

La tua attività ha bisogno di nuovo slancio e karaoke e balli latino americani non attirano più? Organizza eventi Bitcoin e Blockchain.

Il nuovo trend che sta emergendo su gruppi tematici, pagine Facebook ed offerte in genere di strutture pubbliche e ricettive è una conseguenza collaterale della cultura di Blockchain e Criptovalute, che certamente non era nelle corde di Satoshi Nakamoto ai tempi del suo celebre paper.

Se il mondo delle Criptovalute ai meno esperti pare perso nella morsa della volatilità estrema, in realtà il microcosmo sotto di esso è più attivo che mai. E come spesso accade per cose che avvengono soprattutto nel mondo virtuale, l’esigenza di conoscersi nel mondo reale è sempre più alta. Aggiungeteci un po’ di sana speculazione sul guadagno facile (ricordiamo: non è affatto così, le Criptovalute sono ben altro), ed il gioco è fatto. 

Il tutto nasce dai Meetup di diversi anni fa. Primi eventi per nerd in cui principalmente si parlava e discuteva di cose molto nerd con linguaggi anche questi molto nerd. Pochi individui, chiusi nel loro mondo, che prima online e poi fisicamente parlavano di cose e con linguaggi ai più incomprensibili. 

Nel frattempo la proto-nicchia di innovatori nel mondo delle Criptovalute si è evoluta, qualcuno è diventato ricco e gli altri fanno parte di quella che oggi è ancora una nicchia, ma un po’ più grande (si parla ancora di meno dell’1% della popolazione mondiale che possiede Criptovalute). E con la nicchia, si sono evoluti anche i vecchi Meetup (tuttora comunque esistenti, qui ad esempio vi segnaliamo quello di Roma).

Sempre più spesso leggiamo di eventi internazionali su Blockchain e Crypto che dopo le formalità degli speech ufficiali si trasformano in festini dalla goliardia sfrenata ed alcolica. Su Eventbrite (nota piattaforma per organizzare eventi) esiste perfino la categoria “crypto drink” dove vengono elencati gli eventi in cui dopo le disquisizioni sulle tecnologie distribuite si alla prova pratica del bere cocktail. Questo tipo di unione tra la serietà di autorevoli relatori e la convivialità di buoni cocktail e musica è una tendenza soprattutto Americana che sta prendendo piede nel mondo internazionale degli addatti ai lavori di Blockchain e Criptovalute, ma non solo. La scusa del bere è buona per portarsi dietro l’amico neofita. Cercando di coniugare novità e divertimento per una generazione di appassionati, seguaci e startupper facenti parte soprattutto della categoria dei trentenni, si cerca in questo modo di reinventare vecchie forme di ritrovo. Che poi, per gli organizzatori, posso voler dire soldi, anche molti. 

E come spesso accade, quella che sta nascendo in Italia è un’interpretazione originale, più familiare e verace della tendenza del crypto cocktail , maggiormente adatta ai loft newyorkesi. Da noi ristoranti, pub e bar con intrattenimento pubblico si organizzano per accompagnare ai loro piatti , bicchieri e servizi in generale speech di autorevoli esponenti della divulgazione su Blockchain e Bitcoin (o Criptovalute in generale).

Le formula e l’organizzazione sono piuttosto semplici e bastano 3 passi:

  • Crea una proposta in cui offri i prodotti o servizi del tuo core business (che sia una notte in hotel, una cena, un aperitivo o simili), nulla di più
  • Cerca e contatta online uno degli esperti di Bitcoin e Blockchain che più spesso vedi citati su Facebook e sui social. Più avrà seguito online, maggiore sarà il pubblico che è in grado di raggiungere con i suoi canali. Oggi ci sono molte persone parecchio seguite che non sono ancora passate al gradino di “star” e probabilmente non dovrai spendere capitali per chiamarle a parlare nel tuo locale. Demanda comunque a loro il tema della serata e l’organizzazione dello speech: una cosa in meno a cui pensare.
  • Avvaliti di un buon grafico e soprattutto di un buon servizio di social media manager. Nel mondo di Blockchain e Criptovalute la reputazione online conta, e molto. Non basta la pubblicità su siti o pagine social “vetrina”. Entra piuttosto in gruppi Facebook o Telegram specializzati
    Le parole di un promotore di iniziative Blockchain su un gruppo Facebook.

    ed usa uno stile più colloquiale. Le armi che saprai usare per convincere spettano a te, ma ricordati bene di capire se vuoi parlare ad una massa di allocchi o ad vero pubblico che già conosce la materia (su cui per fortuna non farà breccia il tema speculativo).

Con questi tre elementi e poco più avrai creato un elemento che ha tutte le caratteristiche per attrarre persone nella tua attività ed avere una nuova forma di guadagno.

Ma perché tutto questo sembra funzionare? La ricetta che unisce i cocktail newyorkesi alla più casereccia “Blockchain e mezza pensione” è sempre quella menzionata prima: dare ad una nicchia di appassionati di una cosa esclusivamente virtuale, spesso “bullizzati” dai loro stessi amici e parenti, un luogo fisico in cui incontrarsi e parlare della loro passione. Basta comunicarla per bene e con un certo garbo, e non servirà offrire più di tanto per attrarre un discreto numero di partecipanti. 

Il trend, per ora, sembra destinato a crescere. Dominato soprattutto dalla sete di profitto per innovatori nel mondo dell’event management o, per dirla in Italiano, da commercianti bisognosi di un rilancio della loro attività, il ritrovo su Bitcoin e Blockchain pare essere un buon aggregante. Soprattutto con i neofiti. 

Se per chi già conosce l’argomento c’è la capacità di evitare eventi che ormai si ripetono spesso sempre uguali e senza particolari contenuti innovativi, sono talmente tante le persone ancora diffidenti o che non conoscono la materia, che il mercato ha di fronte delle praterie.

Il lato negativo? Che nelle praterie è molto facile attrarre “clienti” con il più semplice degli inganni: quello del guadagno facile. Il pericolo di portare a parlare di Bitcoin e Blockchain un qualsiasi trader o public speaker che conosce poco la materia ma si vende bene, è diffondere l’idea che questo settore sia solamente speculazione finanziaria. Peggio ancora, dire che acquistare CFD equivale ad acquistare vere e proprie Criptovalute. Il guadagno facile che abbaglia molti è un pericolo in primis per le tasche di chi ci mette i soldi.

Sarà utile capire come si evolverà questo fenomeno. Oggi leggiamo nella pagine facebook e negli spam delle email le prime avvisaglie di un trend nell’organizzazione di eventi che avrà una probabile salita repentina, in attesa che le Criptovalute diventino mainstream.

E che, una volta che il mondo ne conoscerà con cognizione di causa benefici e rischi, molto probabilmente cederà di nuovo il passo a Karaoke e balli latini ai quali pare per un po’ di tempo possa scalzare lo scettro di “nuova cosa figa” da fare nelle serate più noiose. 

 

 

 

 

 

 

 

Rispondi