OneCoin: nuove perquisizioni in Bulgaria

Tra il 17 ed il 18 Gennaio 2018 gli inquirenti Bulgari hanno perquisito gli uffici di OneCoin in Bulgaria. 50 persone sono state interrogate e molte prove sono state prelevate. 

Dopo che India e Thailandia lo avevano già fatto, anche le autorità Bulgare, dove hanno residenza alcuni responsabili di OneCoin, hanno dichiarato guerra ad uno degli SCAM in Criptovalute più sbandierati del 2017 e che ha coinvolto il maggior numero di utenti.

In particolare la Bulgaria, uno degli ultimi paesi ad entrare nell’Unione Europea, si è aggiunta all’indagine internazionale su questa azienda. Gli altri paesi coinvolti nell’indagine sono Inghilterra, Irlanda, Italia, USA, Canada, Ucraina, Lituania, Lettonia ed Estonia.

Gli inquirenti Bulgari hanno agito con la collaborazione di unità anticrimine tedesche ed hanno perquisito oltre a OneCoin, altre 15 società collegate nel suolo del paese Est Europeo.

La società OneCoin Ltd, tuttavia, non è ancora stata chiusa, in quanto ha sede legale in UAE, dove le autorità non hanno intrapreso alcuna iniziativa legale nonostante i numerosi bandi internazionali.  

 

One thought on “OneCoin: nuove perquisizioni in Bulgaria

  1. Vi siete dimenticati di scrivere come è andata a finire:6.000 pagine di verbali e accertata la COMPLETA legalità di Onelife. E visto che ci siamo, faccio presente che da un mese è riaperto il mercato italiano (vedi ordinanza della Corte di Giustizia di Roma)…ahiai, cari detrattori, sarà per un’altra volta 🙂

Rispondi