Monero e le altre: Bitcoin perde i suoi criminali

Nella litania eterna dei Bitcoin sostenuti dai vari mercati illegali e criminali, sta emergendo una novità. Bitcoin, ormai con gli occhi di tutti addosso e le forze di polizia sempre più brave nel carpirne i segreti, non sarebbe più la Criptovaluta più adatta come mezzo di pagamento tra criminali. A sostituirla ci sarebbe infatti Monero ed altre seppur in maniera minore.

Come conferma l’Europol (Agenzia di sicurezza Europea) in una recente dichiarazione, “altre criptovalute come Monero, Zcash ed ethereum stanno guadagnando popolarità nell’underground digitale”. Il 18 Dicembre 2017 alcuni hackers hanno attaccato oltre 190.000 siti WordPress utilizzati come risorsa software online per la produzione di Monero.

Matt Suiche, fondatore dell’azienda di sicurezza informatica Comae Technologies, ha dichiarato che per gli attacchi ransomware, Monero “è tra le preferite se non la preferita” dagli hackers.

Monero, più potente di Bitcoin in quanto a privacy, è nata nel 2014 ed è capace di criptare l’indirizzo del ricevente e criptare quello del mittente. Inoltre, l’importo della transazione non è visibile.

Infine, la crescita di Monero è stata esponenziale nel 2017 come conferma il grafico, che fa vedere come in percentuale sia cresciuto più di Bitcoin ed Ethereum.

 

Rispondi