Italia Criptovalute

Raccontiamo il progresso di blockchain, tecnologie distribuite e criptovalute.

Marck Zuckerberg pronto a disintegrare le Criptovalute

“E’ tutto mio” è un concetto chiaro a Marck Zuckerberg. Giovane filantropo ex startupparo con il vizio del controllo totale, il 4 Gennaio ha pubblicato un post Facebook dedicato in gran parte alle Criptovalute.

Il post è quello dei buoni propositi per l’anno appena iniziato e dice: “una delle diatribe più importanti sulla tecnologia oggi è tra centralizzazione e decentralizzazione [con chiaro riferimento a Criptovalute e sistemi DLT]. Tanti di noi si sono appassionati alla tecnologia perché credevano nel suo forte potere di dare la parola a tutti gli utenti” e prosegue:  

“ma oggi molte persone hanno perso fiducia in questa promessa. Con la crescita di poche aziende tecnologiche oggi le persone credono che oggi la tecnologia centralizza il potere, e non lo distribuisce“.

 

Parole semplici e vere, pulite, perfette. Parole anche da futuro presidente degli Stati Uniti. Peccato che provengano dal principale fautore di questa centralizzazione, che con Facebook, Instagram e Whatsapp riesce ad avere il controllo sulle vite di quasi la metà della popolazione mondiale.

Internet ha fagocitato le vite di miliardi di persone, dandogli la possibilità di vedere in foto luoghi che non potrebbero mai vedere nella realtà, rimanere in contatto frequente con persone a migliaia di chilometri da loro. Ma ha anche permesso a gruppi di agitatori violenti e razzisti di tutto il mondo di trovare nuova linfa. I social media hanno policy definite da un privato, e non dalla politica o dal pubblico, tramite le quali si viene ammessi o meno alla vita sociale virtuale. 

Non c’è spazio per chi non segue le regole, non c’è spazio per dimostrarsi diversi in modo radicale.

Zuckerberg, che con la promessa di dare voce a tutti ha creato il sistema di controllo sociale più diffuso al mondo, ora guarda alle Criptovalute. Ricordatevi, cari lettori, che ogni controllo pubblico non sarà mai paragonabile a quello di un privato. Le Criptovalute sotto un governo centrale diventano un elefante burocratico che rallenta la sua pazza corsa nel mercato, ma deve spiegare quello che fa e perché. Le Criptovalute in mano ad un privato rimangono una riserva economica in mano ad un singolo, che decide cosa farne senza renderne alcun conto.

Tenete Zuckerberg lontano dalle Criptovalute. Per favore.

Rispondi