La Cina domina i nuovi brevetti sulla blockchain

Il Financial Times ha appena pubblicato un’analisi della World Intellectual Property Organization, condotta da Thomson Reuters.

Nel 2017 sono stati registrati a livello mondiale 406 brevetti inerenti la blockchain. Di cui 225 Cinesi, 91 Statunitensi e 13 Australiani. Il resto sono polverizzati tra altri Paesi.

La Cina ha messo le mani sulla blockchain come solo essa sa fare con gli investimenti. E così la Investment Association of China ha confermato la creazione di un Centro per lo Sviluppo della Blockchain.

Infine lo scorso 23 Marzo il Ministro per Industria, Informazione e Tecnologia ha pubblicato una lista di obbiettivi ed azioni per incoraggiare lo sviluppo della blockchain.

L’Europa può rimanere a guarda. Il passo della Cina sembra segnato.

Rispondi