ICO da tenere d’occhio: BANKERA

Inauguriamo la rubrica delle ICO da tenere d’occhio nel 2018 con l’Initial Coin Offering BANKERA di cui tanti di voi hanno certamente sentito parlare o visto pubblicità online.

  • CHI LA PROMUOVE

I promotori di Bankera sono i gestori della piattaforma SpectroCoin, che gestisce servizi di exchange e di online wallet. Un’azienda che si propone di gestire servizi “all-in-one” per possessori di Bitcoin e altre Criptovalute. L’azienda ha sede in Lituania e Gran Bretagna.

  • CHE COS’E’ BANKERA

Bankera è la banca non ancora esistente che la piattaforma SpectroCoin vuole creare. Questa banca, nella sua mission, avrà la normale gestione di servizi bancari online per i propri clienti come la gestione di carte di credito, IBAN, prestiti e trading. Ma sarà possibile fare tutto oltre che con moneta fiat anche con Criptovalute. Questo il vero segno distintivo di questa banca in procinto di essere creata: creare un collegamento diretto tra valuta fiat e Criptovalute nel settore bancario.

  • IL TEAM

I promotori sono un gruppo di giovani esperti di finanza digitale:

  • PERCHE’ LA ICO

Perchè per fare una banca serve una ICO? Per una ragione molto semplice. Il 30% del totale dell’ammontare totale della ICO, 117.000.000 di Dollari, serve a Bankera come deposito minimo per ricevere le autorizzazioni a diventare una vera e propria banca dalle autorità statali.

  • ROADMAP

Per quanto ci sforziamo di comprenderla a fondo nel sito web apparentemente esaustivo di Bankera, alcuni passaggi paiono azzardati. I promotori dicono: ad oggi abbiamo già 535.000 utenti su SpectroCoin, crediamo dunque di avere una buona base di account da convertire in veri e propri conti bancari. 

Pertanto il primo passaggio sarà fare di Bankera una vera e propria ICO. Nel frattempo, contemporaneamente al lancio della ICO, nella prima metà del 2018 verrà messa online una nuova piattaforma di exchange chiamata proprio Bankera (ad oggi esistente in una sorta di forma Beta) con inizialmente la possibilità di scambiare le Criptovalute Ethereum e NEM. Una volta terminata la ICO e raggiunta (in base alla fiducia dell’autorità bancaria) la cifra per avere il capitale minimo per essere definita banca, questa piattaforma di Bankera diventerà una reale banca online.

  • CROWDFUNDING CON I TOKEN BANKERA 

In sostanza i token Bankera (BNK) fungeranno da vera e propria forma di crowdfunding nella fase di lancio di un progetto concreto quale una banca online. La sostanza è semplice: per aprire una banca online ti servono tecnologia e soldi. Spectrocoin ha la prima ma non i secondi, per questo apre questa ICO, i cui token come in altri casi si trasformeranno in una sorta di azioni non regolate dell’azienda (pur non essendolo da un punto di vista giuridico e fiscale).

  • LIQUIDITA’

I token di Bankera a disposizione sono 7.500.000.000. Una liquidità molto alta. Certo, solamente un 7,5% della iperliquida XRP-Ripple, ma comunque molto consistente.

In caso di mancata distribuzione di tutti i token durante la ICO, i restanti saranno distribuiti pro-quota a chi ha già partecipato alla ICO.

  • REWARD DEI POSSESSORI DI BANKERA

Interessante come il 20% dei ricavi da transazioni Bankera da parte di SpectroCoin in fase di lancio viene redistribuito settimanalmente ai possessori del token BNK.

  • QUANTO COSTA E DOVE COMPRARE BANKERA

Per l’acquisto dei token Bankera in fase di lancio della ICO dovete iscrivervi a SpectroCoin, e potrete acquistare BNK ai prezzi della tabella sottostante a seconda del numero di token già venduti.

La capitalizzazione massima sarà 7.500.000.000 di token.

  • CONCLUSIONE

Bankera è la classica ICO con un’azienda alle spalle ed un buon progetto in tasca, ma ancora tutto su carta. Anche se esiste già una demo del sito, è ben poca cosa non avendo alcuna reale funzionalità.

La ICO, aldilà del nome altisonante, specialmente in questo caso è una semplice forma di crowdfunding alternativa ad altri metodi di finanziamento. Certo, Spectrocoin è qualcosa di reale, ma parliamoci chiaro: con qualche soldo già in tasca a volte è più facile raccogliere finanziamenti con una buona pubblicità online piuttosto che parlare con investitori istituzionali.

Specialmente in un campo così nuovo ed avverso agli istituti bancari tradizionali come le Criptovalute, per avviare una delle prime banche di moneta virtuale è meglio rivolgersi a chi in questo mondo già ci crede.

  • MI CONSIGLIATE DI COMPRARE BANKERA?

Eccoci alla classica, fatidica domanda. Italia Criptovalute non fornisce consigli di investimento. In troppi già lo fanno, secondo noi in maniera sregolata e troppo pericolosa. Vi abbiamo riassunto i particolari più importanti di questa ICO dopo averla studiata a fondo, e come sempre lo abbiamo fatto al meglio! Ora, decidete voi, ma con moltissima attenzione.

Alla prossima ICO!

Rispondi