Da 24 a 1700 Dollari: perchè il volo speculativo di Aurum Coin su Coinmarketcap

L’arrivo di Settembre porta con se un buongiorno inaspettato per chi ha investito in alcune cosiddette “shitcoin”, o “altcoin” che dir si voglia, soprattutto Aurum Coin. 

Se Doge Coin, nota Criptovaluta nata per scherzo, ha avuto un incremento percentuale di circa il 50% in poche ore, la vera sorpresa è quella di Aurum Coin, giunta ad oltre 1700 dollari in poche ore su Coinmarketcap, partendo da una valutazione precedente di circa 24 Dollari. Un incremento del 6.050% che porta questa quasi sconosciuta alla 23° posizione come Criptovaluta più capitalizzata nel mercato delle AltCoin al mondo.

 

Schermata di www.coinmarketcap.com delle Criptovalute DogeCoin e Aurum Coin

Doge Coin fu la prima altcoin al mondo basata su un semplice “scherzo” dell’ideatore. Avente come immagine quella di un cane oggetto di un famoso meme sui social, fu pubblicata il 6 Dicembre 2013 da Billy Markus e Jackson Palmer.

Quello che voleva essere un semplice scherzo, raccolse grande attenzione da parte del web e dunque anche tanti investitori, che ne fecero sorprendentemente schizzare il valore. Gli ideatori, che non si aspettavano questo grande successo, organizzarono poi con Doge Coin alcune campagne di raccolta fondi benefiche. Nel 2015 uno dei fondatori abbandonò il progetto. A Gennaio 2018 Doge raggiunse i 2 Miliardi di capitalizzazione.

L’impennata di Aurum Coin

Oggi però a tenere banco sui social è invece Aurum Coin. Su Twitter in tantissimi in tutto il mondo si interrogano sul motivo di tale pump, senza trovare risposta.

Alcuni commenti su Twitter sull’incremento segnalato da Coinmarketcap di Aurum Coin

 

Abbiamo provato ad indagare sul sito di Aurum (www.aurumcoin.com), ma non ci sono sostanziali novità. Il sito spiega l’intento di Aurum Coin: quello di diventare una valuta di scambio mondiale, garantendo la stabilità nel tempo dell’oro.

Il sito promette, all’acquisto di 1 Aurum, la corrispondente sottoscrizione di un sottostante di 0,75 grammi di oro. Ed altresì la corrispondenza di 1 Aurum con il valore di 1 grammo d’oro.

Si, avete proprio letto bene, ma oggi il valore di un grammo d’oro è ben inferiore a 1.700 Dollari.

Dall’analisi dell’account Twitter (@aurumcoin) e della pagina Facebook (@aurumcoin), l’attività social pare piuttosto standard: quella di una normale ICO che prova a lanciarsi sul mercato, senza peraltro troppi sostenitori.

Negli ultimi giorni i post diventano più insidiosi: i gestori degli account lamentano la chiusura di una campagna di Crowdfunding su Indiegogo per raccogliere finanziamenti e chiusa anticipatamente dalla piattaforma stessa. Poi, si lamenta l’uscita di alcuni articoli in siti internet che recensivano le migliori Criptovalute correlate all’oro, tra le quali non compariva affatto Aurum Coin.

Dopo questa ultima polemica social uscita alle 00.14 del 30 Agosto 2018, più nulla.

La mattina del 1 Settembre, l’incredibile pump sancito da Coinmarketcap, piattaforma tra le più conosciute al mondo che racconta in tempo reale la valorizzazione delle Criptovalute.

Ma il mistero si infittisce ancora di più cercando di comparare l’andamento segnalato da CoinMarketCap con altre piattaforme che hanno la stessa funzione. Su Coingecko ad esempio, la Criptovaluta registra un incremento significativo, ma si ferma a valorizzazioni intorno ai 50 Dollari. 

Su Cryptopia (www.cryptopia.co.nz), exchange tra i più conosciuti a supportare l’acquisto della Criptovaluta AurumCoin, la valutazione incrementata del 76% raggiunge anche in questo caso i 40 Dollari circa. 

Dunque perché il principale sito di valutazione in tempo reale delle Criptovalute mondiali segnala un aumento così vertiginoso della Criptovaluta Aurum Coin (AU), destando molta curiosità sui social da tutto il mondo?

Non vi sono ulteriori elementi di valutazione veritieri verificabili online, e l’analisi pare portare ad una sola conclusione:  quello in corso è un incredibile pump della Criptovaluta, dai dintorni piuttosto opachi.

Capita spesso, infatti, che il mercato delle Criptovalute si muova per movimenti della “madre” Bitcoin, o per singoli annunci fatti sulle singole AltCoin.

Più raro è vedere questi aumenti vertiginosi se non ci sono notizie di sorta a supporto. E’ probabile l’ingresso di nuovi capitali nella Criptovaluta, certamente molto ingenti per portarla ad una valorizzazione di mercato di 500 Milioni di Dollari in poco tempo. Ma perché solamente il principale sito di valutazione al mondo real time delle crypto dovrebbe dare evidenza di questo aumento?

L’ipotesi che Aurum voglia “far parlare di sé” è plausibile, ma come ha fatto a condizionare così Coinmarketcap non è dato saperlo. Resta il fatto che l’opacità di gestione della rete su alcuni strumenti che condizionano il mercato è certamente un fenomeno rilevante.

In un mercato senza regole, annunci falsi e notizie non vere possono dare adito ad aumenti incredibili ma, talvolta, anche a perdite clamorose. Nei normali mercati finanziari comportamenti come questo sarebbero certamente indagati dagli istituti competenti.

La costruzione di “enti di controllo”, tuttavia, pone sempre il tema di chi governa l’ente controllore. Il vero tema, probabilmente, è la definizione di standard minimi che possano garantire la veridicità delle informazioni che vengono fornite su internet. Problema comune, ad esempio, anche nel vero e proprio “mercato” delle fake news su politica e fatti di cronaca. 

Il rischio vero è la fuffa, l’investimento “di pancia”, le gravi perdite e la non credibilità di un progetto che va ben aldilà della speculazione finanziaria: quello di creare un sistema alternativo transnazionale alla finanza tradizionale. 

 

Rispondi