Cosa farà veramente Coinbase con i token ERC20

Tre giorni fa Coinbase ha paventato la possibilità di studiare l’inserimento di alcuni token ERC20 sulla sua piattaforma. La notizia, come tutte quelle che riguardano la principale piattaforma Americana di servizi per Criptovalute, ha destato molto tam tam mediatico.

Il link del comunicato emesso da Coinbase è disponibile qui.

Abbiamo cercato tuttavia, aldilà dei fiumi di inchiostro scritto, di capire esattamente quali saranno le mosse di Coinbase. 

Di certo, ancora una volta si tratta solamente di un’annuncio dell’avvio di accertamenti sulla possibilità di inserire token ERC20. Le decantante “notizie certe” sono per ora limitate ad una fase di studio.

Ecco, spiegato semplice,  cosa realmente ha annunciato Coinbase:

  • Funzione e-commerce di Coinbase: tutto rimarrà invariato e non saranno aggiunte nuove Criptovalute.
  • GDAX (la piattaforma di trading di Coinbase): anche qui rimarranno listate solamente le Criptovalute presenti oggi. Servono infatti approfondimenti importanti da un punto di vista legale per listare nella funzione trading nuovi token.
  • Portafoglio online: è questa la funzione interessata dallo sviluppo. Coinbase “sta valutando” una serie di asset basati su ERC20 di cui rendere possibile il deposito ed il prelievo nella funzione online wallet. Di nuovo, è importante sapere che Coinbase non ha fatto annunci: è solo in fase di valutazione.
  • Indice dei cambi di Coinbase: finché non avverrà l’implementazione su GDAX, eventuali nuovi token basati su ERC20 non verranno nemmeno indicizzati nell’indice dei prezzi delle Criptovalute di Coinbase. 

 

Rispondi