Buy the future, Sell the conference

Buy the hype Sell on news, e Ripplelabs conferma il tragico destino di ogni evento bomba nel mondo della finanza. L’evento Swell by Ripple è iniziato ieri e termina domani a Toronto, in Canada, e personaggi del calibro di Ben Bernanke e dell’inventore di internet stanno discutendo tra loro del futuro delle tecnologie interbancarie e del sistema dei pagamenti legato a blockchain.

Un evento annunciato in Agosto e visto dal mercato e dai suoi speculatori come uno spartiacque nel valore della Criptovaluta XRP utilizzata da Ripple e da Ripple principalmente controllata, per velocizzare le transazioni interbancarie. Per tre mesi, dietro alle comunicazioni prettamente istituzionali dell’azienda che promuoveva l’evento come un momento di incontro e scambio tra il mondo bancario più istituzionale e la sua innovativa tecnologia, si sono scatenati molti analisti e arrivisti della finanza, ipotizzando per l’evento che si sta tenendo l’arrivo di un messaggio dirompente nel mondo delle Criptovalute.

Messaggio che, ad oggi, non c’è stato. La conferenza ha visto sfilare l’Head of Innovation di Banco Santander e rappresentanti della Bank of Tokyo entusiasti del sistema Ripple che già lo stanno testando per velocizzare le transazioni interbancarie.

Un evento di approfondimenti e dall’alto valore istituzionale. Quello che è mancato sono state notizie dirompenti, carne fresca per squali della finanza.

Il valore di XRP si aggirava intorno a 0,24$ prima dell’inizio di Swell, ha raggiunto un picco di 0,29$ poche ore prima dell’inizio per poi tornare ai 0,24$ dopo il primo giorno e continuare il calo nella giornata di oggi.

Ancora una volta, un grande evento molto atteso dalla finanza ha deluso le aspettative, e provocato le ire di molti che scommettevano su XRP. Delusione che invece non si respira durante l’evento di Swell by Ripple, punto di passaggio di un’azienda che è stata tra le prime al mondo a proporre un sistema di scambi interbancari tramite un sistema di Distributed Ledger Technology, ed ora si trova ad affrontare decine di incumbent in questo stesso mercato che stanno arrivando.

Un vantaggio della prima mossa che sicuramente le farà bene, avendo già “oltre 100” istituti al mondo che utilizzano questo sistema. Ma come in tutti i sistemi di scambio, perché la ragnatela sia solida, questa deve avere più connessioni possibili. Dunque Ripplelabs ora deve correre per sviluppare la propria rete di utilizzatori. IBM, nel frattempo, è molto più grande e proprio pochi chilometri più in la di Swell ieri ha annunciato la sua corsa, tramite la Criptovaluta Stellar Lumens (che è decollata su una informazione del tutto inattesa di mercati).

Non è certo roba da Bitcoiners o amanti di folli mini-criptovalute. Qui si parla di imprese ed applicazioni concrete. I nipoti dello Swift stanno sgomitando per fare il futuro, e la lotta è appena iniziata.

Rispondi