Bitcoin e anarchismo finanziario a Faenza (RA)

Bitcoin come soluzione libertaria, estrema sintesi della possibilità di un’alternativa alla schiavitù della finanza. Aldilà della finanza.
Si, aldilà della finanza perché nell’evento “Bitcoin Romagna” che si è concluso martedì 20 Dicembre a Faenza (provincia di Ravenna) con un pubblico numeroso e dietro l’impeccabile organizzazione di Quazàr Coworking Faenza, c’era dietro un pizzico di diffidenza e tanta voglia di essere contro il sistema finanziario attuale.
Nella serata gli ospiti d’onore erano Nicola Vaccari (foto: primo a destra) di inBitcoin e Alessandro Aglietti (foto: primo a sinistra) di Growbit, considerati figure di riferimento su Bitcoin a livello Italiano.
Il pubblico, numeroso, ha potuto fare molto domande ed accendere un dibattito pieno di pathos e molto partecipato.
Tra le parole degli ospiti e gli interventi spesso fatti l’uno sull’altro è emersa nettamente la voglia di indipendenza dalle banche. Tante le parole fortemente critiche contro l’attuale sistema finanziario, molta retorica anti-istituzionale e la visione del Bitcoin come traghetto verso squarci di finanza libertaria. 
Scontato che alle parole dei relatori “immaginate che il Bitcoin valga un Euro” uno degli intervenuti ribattesse “se valesse un Euro non saremmo stati qui”. 
Un incontro che ha parlato poco di finanza. Molta la retorica sulla possibilità che il Bitcoin oggi sia al livello di sviluppo e potenziale di internet nel 1994, ma con due correnti di pensiero “popolare” emerse in maniera netta: chi Bitcoin lo usa a scopo di speculazione finanziaria, contro chi non si interessa affatto della finanza (o almeno, così dice), e le adotta con esclusivo spirito di ribellione.
Un incontro utile a parlare e confrontarsi su un tema ad oggi avulso al mondo delle istituzioni, soprattutto Italiane, ma destinato a far parlare sempre più di sé. In uno scontro sulla vera identità e destino di Bitcoin che, come ha dimostrato la fredda serata faentina, non pare per il momento destinato a placarsi.

Segnalateci gli incontri simili a questo in diretta streaming in Italia, vi daremo conto nei nostri articoli di quello che è il sentimento nazionale sul tema delle Criptovalute “dal basso”, come a qualcuno piace dire.

Rispondi