Italia Criptovalute

Raccontiamo il progresso di blockchain, tecnologie distribuite e criptovalute.

Il 46% delle ICO è già fallita

Potremmo dire che sono risultati incoraggianti, rispetto a quando molti dicevano che metà delle ICO erano truffe. Ma un 4% di scarto a ben vedere è assai poca cosa.

Ecco allora che finalmente qualcuno si è preso la briga di capire per bene che cosa è successo nel mondo delle tante vituperate ICO, i crowdfunding delle Criptovalute.

A farlo è stato tokendata.io, piattaforma che compete degnamente nel mondo dei fornitori di numeri sulle Criptovalute.

Il 46% delle ICO lanciate nel 2017 è già fallita, nonostante i 104 Milioni di Dollari che complessivamente vi erano stati investiti.

902 le ICO pubblicate su tokendata come lanciate nel 2017, di cui 142 fallite in fase di funding ancora prima del lancio (non hanno raggiunto gli obbiettivi minimi) e 276 sono terminate dopo il lancio effettivamente avvenuto (tra scam, truffe, sparizioni misteriose e veri e propri buchi). Un totale di 418 fallimenti.

Non ci sono confini geografici che tengano: nei fallimenti Paesi di tutti i continenti vengono annoverati come creatori di buchi nell’acqua.

Nonostante i ban di Facebook, tuttavia, la moda delle ICO non accenna ad attenuarsi. Ma il rischio truffa è quantomai alto anche nel 2018.

Rispondi